Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Cooperazione Politica

 

Cooperazione Politica

L’ottimo rapporto tra la società neozelandese e la comunità italiana si riflette anche a livello politico, nonostante le visite a livello governativo siano piuttosto rare – conseguenza della lontananza che divide i nostri Paesi. La Nuova Zelanda e l’Italia, per quanto lontane geograficamente, sono accomunate da una convergenza di vedute su alcuni valori fondamentali; ciò favorisce la cooperazione nei fora internazionali ed il mantenimento di rapporti bilaterali eccellenti.

L’Italia e la Nuova Zelanda credono negli stessi valori di libertà, democrazia, multilateralismo e rispetto dei diritti umani. In questo ambito, ad esempio, la Nuova Zelanda appoggia la Moratoria Universale della Pena di Morte, campagna promossa dall’Italia presso l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, propedeutica all’auspicata abolizione della pena di morte in tutti i paesi membri. Italia e Nuova Zelanda sono unite nell’affermare nell’ambito delle Nazioni Unite la necessità di riforma del Consiglio di Sicurezza, affinché’ questo possa essere più equo, rappresentativo, democratico ed inclusivo.

La cooperazione politica è attiva anche sui temi ambientali: entrambi i Paesi credono fermamente nella necessità di trovare una soluzione efficace al problema del surriscaldamento globale, ed alla volontà di preservare la flora e la fauna terrestre e marina, anche se gli impegni nel medio-lungo termine vedono l’Italia (nell’ambito dell’azione dell’Unione Europea) ben più all’avanguardia.


Le relazioni bilaterali tra Italia e Nuova Zelanda hanno avuto un effetto propulsore sia in termini di relazioni della Nuova Zelanda con l’UE, sia in termini di relazioni dell’Italia con i Paesi del Pacifico. Da un lato, infatti, l’Italia ha sostenuto con convinzione l’iniziativa europea sfociata nel Partnership Agreement on Relations and Cooperation - PARC, siglato tra Nuova Zelanda e Unione Europea e l’avvio del negoziato per un trattato di libero scambio fra la Nuova Zelanda e l’Unione Europea; dall’altro, la Nuova Zelanda apprezza grandemente l’adesione italiana al dialogo fra Paesi partner ed il Pacific Island Forum. L’organizzazione regionale più evoluta.

 


16